Advertisement
COMUNI

Aumenta il costo della mensa scolastica a San Giorgio a Cremano, interrogazione pentastellata in Consiglio comunale

consiglieri comunali m5s sangiorgioSan Giorgio a Cremano. Caro mensa, chi può pagare resta, chi non può va via”. E’ la denuncia del gruppo consiliare pentastellato della città dell’hinterland vesuviano contro l’aumento del costo dei buoni pasto per gli alunni delle scuole pubbliche sangiorgesi (materne e primarie) che non risiedono in paese. La decisione del Governo locale, presieduto dal sindaco democrat Giorgio Zinno, è in vigore già per l’anno scolastico in corso per gli studenti di tutte le classi; prime, intermedie o ultime che siano del ciclo di istruzione. Una scelta che il capogruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, Patrizia Nola, ritiene fortemente discriminatoria tanto da sottoporre la questione all’attenzione del Parlamentino locale, con una mozione ad hoc che sarà discussa nel corso della prossima riunione di Consiglio comunale, in calendario per il prossimo 13 marzo. I Pentastellati hanno avanzato le loro rimostranze già durante i lavori della Commissione consiliare deputata e chiesto che l’argomento sia assoggettato all’attenzione dell’intera Assise sangiorgese nella prima seduta utile dell’Organo di governo locale: l’obiettivo dei grillini è quello di convincere il Parlamentino cittadino a rettificare la delibera di Giunta municipale così che il rincaro dei buoni pasto sia applicato solo per le nuove iscrizioni ed i genitori possano coscientemente scegliere se iscrivere o meno i propri figli nelle scuole sangiorgesi oppure se usufruire o meno del servizio mensa al costo deciso dal Municipio. E se il Consiglio comunale sangiorgese desse ragione agli attivisti locali, i consiglieri comunali pentastellati sottolineano che resterebbe comunque irrisolta la questione discriminante tra bambini sangiorgesi e non: “Perché rendere la nostra cittadina, ‘Città dei bambini e delle bambine’ meno inclusiva per i bambini creando una neonata diversità tra residenti in paese e quelli che abitano nei territori limitrofi che sono comunque connessi al tessuto economico e sociale di San Giorgio a Cremano?”, si chiedono i consiglieri comunali cinquestelle.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.