Advertisement
PRIMO PIANO

Assenteismo, misure cautelari per sette dipendenti dell’Inps di San Giuseppe Vesuviano

I.N.P.S. SAN GIUSEPPE VESUVIANOSan Giuseppe Vesuviano – “La pacchia è finita”, come annunciato dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi, anche per sette dipendenti dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale di San Giuseppe Vesuviano che la Guardia di Finanza della Compagnia di Ottaviano stava monitorando da settembre dello scorso anno e che, secondo quanto appurato dagli investigatori, con la complicità di altri colleghi conniventi, si assentavano ingiustificatamente dal posto di lavoro risultando però regolarmente in servizio all’interno della struttura di via Astalonga. A poche ore dall’approvazione dei  decreti attuativi della riforma pubblico impiego, ai sette ‘furbetti’ del cartellino’ è stato infatti notificata l’ordinanza di misura cautelare personale emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Nola e tre di loro sono stati interdetti dai pubblici uffici mentre altri quattro sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I soggetti coinvolti, tutti impiegati presso l’Inps di San Giuseppe Vesuviano, sono residenti nei comuni di Poggiomarino, San Giuseppe Vesuviano, San Gennaro Vesuviano, Scafati e Somma Vesuviana. I sette assenteisti sono stati scoperti dai finanzieri di Ottaviano grazie anche all’installazione di telecamere all’interno degli uffici dell’Inps di San Giuseppe Vesuviano, nei pressi del marcatempo ed all’esterno della struttura che hanno consentito di verificare come, dopo aver marcato il cartellino, alcuni dipendenti si allontanavano dal posto di lavoro senza smarcare e quindi risultavano in servizio pur non essendoci. Oltre all’incrocio dei dati di presenza acquisiti dai finanzieri presso l’Inps con le rilevazioni effettuate nel corso delle indagini, a confermare la condotta fraudolenta dei sette impiegati, oltretutto registrata dagli occhi elettronici, anche un’accurata attività di appostamento e di pedinamento degli indagati organizzata dalle Fiamme Gialle. Le prove schiaccianti, a carico degli indagati, raccolte dai militari della Gdf di Ottaviano, hanno convinto il Giudice per le indagini preliminari a firmare l’ordinanza di interdizione dai pubblici uffici per tre degli assenteisti e di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per gli altri quattro per l’ipotesi di reato di false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo di badge da parte di dipendenti pubblici.      

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.