Advertisement
COMUNI

Assemblea sindacale in Municipio a Volla, dipendenti comunali sul piede di guerra

MUNICIPIO VOLLAVolla. Assemblea sindacale dei dipendenti del Municipio della cittadina annonaria, questa mattina dalle 9 alle 12: i lavoratori comunali vollesi, supportati dalle sigle di categoria che li tutelano, rivendicano, tra l’altro il mancato pagamento del lavoro straordinario effettuato in occasione del Referendum Costituzionale dello scorso 4 dicembre, che sarebbe stato retribuito solo parzialmente e per il quale richiedono il saldo. Gli impiegati dell’Ente locale, inoltre, protestano per l’inefficace ricostruzione del fondo salario accessorio con il quale vengono pagate le indennità stipendiali aggiuntive, tra cui quelle per la programmazione economica, le responsabilità di procedimento, gli straordinari, le turnazioni e le reperibilità. In concomitanza con la riunione, potrebbe non essere garantita l’erogazione dei servizi al pubblico, a motivo della partecipazione del personale all’assemblea indetta dalle sigle di categoria, con possibili disagi per l’utenza. Stando alle prime indiscrezioni, non è escluso che il summit possa concludersi con l’indizione di uno stato di agitazione dei lavoratori che potrebbe durare fino al prossimo 16 marzo, quando è prevista una seconda assemblea sindacale: se, infatti, per quel giorno non dovessero esserci novità significative a riguardo delle istanze dei dipendenti comunali, i sindacati potrebbero avviare la procedura per l’indizione dello sciopero, attivandosi, come prevede la legge, anche presso l’Ufficio Territoriale di Governo di Napoli.

ANDREA VISCOVOIl sindaco Andrea Viscovo, informato del malcontento dei funzionari e degli impiegati comunali, invita subito ad evitare qualsivoglia utilizzo della situazione per scopi politici e punta il dito contro una parte dei sindacati di categoria: “i dipendenti conoscono bene la nostra disponibilità e sanno pure che scioperare contro la nostra amministrazione non servirebbe a nulla. E’ inutile strumentalizzare questa situazione come fa qualche sindacalista (non tutti per la verità) – ha infatti puntualizzato il primo cittadino –  solo per il gusto di remare contro la nostra Amministrazione perché storicamente legati ad altre forze politiche”. La fascia tricolore vollese si è invece dimostrato sensibile alle problematiche dei lavoratori comunali, sottolineando come “le ragioni dei dipendenti sono comprensibili” anche se, a suo dire, parte di esse non possono essere addebitate al Governo attualmente in carica. “Il mancato pagamento dello straordinario elettorale, purtroppo, non dipende dal Comune ma – ha spiegato Viscovo – gli stanziamenti governativi sono stati ridotti all’ultimo minuto e tutti i comuni si trovano nella nostra stessa situazione. Abbiamo già fatto rilevare, anche insieme ad altri enti locali, questa problematica. Per quello che riguarda poi il fondo salario accessorio, invece, il sindaco puntualizza che c’è un buco di 200mila euro circa “ma a differenza di altri – dice – non abbiamo pianto, accusando chi ha amministrato Volla prima di noi. Grazie all’impegno dell’assessore al personale ed al bilancio stiamo tentando di risanare l’ammanco nel minor tempo possibile e di questo i funzionari sono ben coscienti”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.