Advertisement
CRONACA

Approfitta di una ragazza che aspetta il treno della Circumvesuviana, manette ai polsi di un 45enne

Pomigliano d’Arco. Ha “attaccato bottone” con le solite domande di routine, poi ha preso la 26enne per i fianchi, l’ha bloccata, l’ha baciata e palpeggiata. Tutto questo mentre la ragazza aspettava che arrivasse il treno in stazione. E’ la scena alla quale hanno assistito i carabinieri di Sant’Anastasia e di Pomigliano d’Arco che, mimetizzati tra i pendolari, hanno stretto le manette ai polsi del maniaco, un operaio 45enne di Sant’Anastasia, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di violenza sessuale. I militari della Benemerita stavano tenendo d’occhio i binari della stazione pomiglianese della Circumvesuviana ormai già da alcuni giorni dopo le diverse segnalazioni e le denunce di alcune donne che avevano raccontato di un uomo con atteggiamenti strani che avvicinava ragazze e donne per poi molestarle. Le denunce degli utenti, che hanno raccontato ai carabinieri di essere fortemente preoccupati della situazione e delle conseguenze che questa avrebbe potuto avere, avevano fatto partire le indagini e soprattutto i servizi di osservazione e pedinamento all’interno della stazione ferroviaria che si sono conclusi con l’arresto del maniaco sessuale: i carabinieri hanno analizzato, una ad una, le ‘facce strane’ che si aggiravano nella Circumvesuviana di Pomigliano d’Arco e che potevano somigliare all’identikit fornito alle forze dell’ordine dagli autori di segnalazioni e denunce. A termine di un’intensa attività investigativa, durata qualche giorno, i militari pomiglianesi e anastasiani hanno stretto le manette ai polsi del molestatore mentre importunava una 26enne che aspettava il treno: dopo averlo fermato, identificato ed arrestato, i carabinieri hanno scortato il 45enne prima in caserma, per il disbrigo delle formalità e poi nelle celle del carcere di Poggioreale. Gli uomini della Benemerita stanno continuando ad indagare sul 45enne per accertare se si tratti di un molestatore seriale e cioè se si sia reso responsabile di episodi simili.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.