Advertisement
COMUNI

Anticorruzione, il Municipio vollese si confronta con cittadini e parti sociali prima di aggiornare il piano comunale

volla.gifVolla. I cittadini, tutte le Associazioni portatrici di interessi collettivi, le rappresentanze unitarie e le organizzazioni sindacali territoriali, potranno presentare eventuali proposte, suggerimenti e/o osservazioni di cui l’Amministrazione locale, presieduta dal sindaco Andrea Viscovo, terrà conto in sede di aggiornamento Piano Triennale Anticorruzione dell’Ente di via Aldo Moro. A darne notizia, con avviso pubblico, il Segretario Generale del Municipio della cittadina annonaria, Franco Natale, che il Governo locale ha individuato quale Responsabile della prevenzione della corruzione. Il Comune di Volla, intende dunque coinvolgere i cittadini e le organizzazioni portatrici di interessi collettivi sia in occasione della fase di elaborazione sia in quella dell’aggiornamento delle “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e della illegalità nella pubblica amministrazione” per il triennio 2017/2019 ed “invita i cittadini e tutte le Associazioni, o altre forme di organizzazioni portatrici di interessi collettivi, le rsu e le oo.ss. territoriali, a presentare eventuali proposte, suggerimenti e/o osservazioni di cui l’Amministrazione terrà conto in sede di aggiornamento del proprio Piano Triennale Anticorruzione”. Le proposte dovranno essere presentate in municipio entro e non oltre il prossimo 1 dicembre, consegnate a mano, trasmesse attraverso posta certificata o con raccomandata. “Al fine di elaborare un’efficace strategia anticorruzione, prima di provvedere alla approvazione, è necessario – si legge nel testo dell’avviso pubblico del Comune di Volla – assicurare forme di consultazione con il coinvolgimento dei cittadini e delle organizzazioni portatrici di interessi collettivi, come peraltro previsto nel Piano Nazionale Anticorruzione”. Il Piano di prevenzione della corruzione è un documento che il Comune è chiamato ad adottare per legge (Legge 6 novembre 2012 n. 190), come misura per prevenire e reprimere la corruzione e l’illegalità nella pubblica amministrazione.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.