Advertisement
archivio

Agosto in città, la Protezione Civile accanto alle fasce deboli

Potevano andare al mare o in montagna; restare a casa loro in panciolle, magari con condizionatori e ventilatori accesi per fronteggiare il caldo asfissiante, oppure fare qualsiasi altra cosa. E invece, i volontari della Protezione Civile dei comuni di Cercola, Massa di Somma e Sant’Anastasia, trascorreranno tutto il mese di agosto a tutelare le fasce deboli della popolazione locale e fronteggiare eventuali emergenze che dovessero presentarsi sul territorio; naturalmente e come sempre a titolo esclusivamente gratuito. A partire da oggi e fino alla fine del mese, i volontari, coordinati da Giuseppe Piccolo (Cercola), Giuseppe Romano (Massa di Somma) e Filippo Fragliasso (Sant’Anastasia), con l’ausilio delle delegazioni locali di Croce Rossa, saranno a disposizione di anziani, disabili ed ammalati, soli per l’assenza dei familiari o semplicemente impossibilitati ad uscire di casa per il gran caldo, per il reperimento di generi di prima necessità e di medicinali e per l’assistenza domiciliare. Una sala operativa intercomunale gestirà le richieste di aiuto e le segnalazioni dei cittadini, ai quali basterà chiamare il numero 0812581212, dalle 10.00 alle 19.00, per ricevere l’assistenza, gratuita, dei volontari. Il call center della protezione civile, inoltre, fornirà agli abitanti dei tre comuni anche consigli utili su come fronteggiare l’emergenza caldo. Ma non solo: i volontari, specializzati anche in antincendio, hanno già predisposto squadre operative per lo spegnimento di roghi boschivi che, nelle zone dell’hinterland vesuviano sono abbastanza frequenti durante l’estate.  L’idea, partorita nelle stanze del municipio cercolese, si è concretizzata nel corso di una riunione a cui hanno partecipato i sindaci delle tre città dell’hinterland vesuviano, Raffaele Abete, Vincenzo Fiengo e Antonio Zeno che hanno sottoscritto un verbale con le linee guida del progetto e demandato ai coordinatori dei gruppi di protezione civile dei loro paesi l’organizzazione tecnica dell’iniziativa. Messi al corrente con manifesti in pubblica affissione, gli abitanti dei tre comuni dell’hinterland vesuviano hanno plaudito dell’iniziativa ed elogiato i volontari della protezione civile: “sono davvero persone perbene!”. L’estate sicura che la protezione civile garantirà ai residenti di Cercola, Massa di Somma e Sant’Anastasia, potrebbe essere il primo passo per una sempre più costante e proficua collaborazione tra i volontari dei tre comuni come auspicano i sindaci nel documento sottoscritto a metà di luglio scorso,“una collaborazione fattiva, giornaliera, disinteressata e senza limiti territoriali che consente di fatto agli operatori di Protezione Civile di non considerarsi confinati nei rispettivi confini comunali ma di considerare il territorio nella sua interezza”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.