Advertisement
archivio

Abusivismo Edilizio, in Consiglio Comunale le procedure da applicare per reprimere il fenomeno

Il civico consesso cercolese, in assise domani sera, sarà chiamato ad approvare l’atto di indirizzo, varato dall’esecutivo del sindaco VincenzoCARTELLO ABUSIVISMO Fiengo, sulle procedure urbanistiche da applicare in materia di repressione degli abusi edilizi e sulle linee guida in materia di procedimenti destinati alla dichiarazione di esistenza di prevalenti interessi pubblici per gli immobili acquisiti al patrimonio comunale e trascritti PP. RR. IL., nonché sulla definizione dei criteri di assegnazione degli stessi ai sensi dell’art. 12 comma 6 L.R. N° 19/2009 come modificata dalla L.R. 1/2012 ed ai sensi dell’art.1 comma 6 L.R. 5/2013. Un problema sul quale la lista civica ‘Progetto Cercola’ porrà una serie di puntuali rilievi all’amministrazione locale e sulla base dei quali chiederà che un argomento cosi importante non venga liquidato in fretta e furia ma analizzato attentamente, documenti alla mano, nell’interesse della popolazione. “Attendiamo di ascoltare la relazione dell’assessore al ramo per verificare l’iter procedurale tracciato dal governo locale su questa importante questione. Inoltre aspettiamo di sapere cosa  ha fatto l’Ufficio Tecnico Comunale per dare seguito ad una nota ufficiale del Procuratore Mancuso del Tribunale di Nola, risalente al giugno 2012, proprio su questa questione”, ha sottolineato l’ex sindaco e leader del movimento civico Pasquale Tammaro. Secondo l’esponente di punta dello schieramento politico, è quanto mai indispensabile far luce sulla questione prima di “firmare una cambiale in bianco all’Ufficio tecnico di Piazza Libertà”. “A questo punto – ha infatti spiegato l’ex primo cittadino Tammaro –  è fondamentale capire quanti immobili costruiti illecitamente ci sono sul territorio cercolese e di che genere di abusi edilizi si tratta, perché c’è una bella differenza tra quelli di necessità e quelli a puro scopo lucrativo, anche in considerazione della possibilità offerta dalla legge di destinare tali strutture, costruite in difformità alle normative, al servizio della collettività”.E per fare questo, secondo gli uomini di ‘Progetto Cercola’ non basta portare una delibera all’approvazione del Parlamentino locale: questo il motivo per il quale Salvatore Calvanese, unico rappresentante della civica nell’assemblea cittadina, chiederà che la discussione sull’argomento sia rinviata ad una successiva riunione in attesa che tutti i consiglieri comunali possano visionare gli atti riguardanti gli abusi edilizi commessi a Cercola “anche perché pare – ha concluso Tammaro –  che tra i beneficiari di una possibile sanatoria ‘mascherata’ potrebbe esserci anche qualche attuale amministratore”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.